Relatori :

Alvarez A. (2002). Livelli di lavoro analitico e livelli di patologia

 

André J. (2011). Il Sessuale come trasformatore psicologico: l'Après-coup.

 

 

Badoni M. (2006). Incontro al transfert

  Barbieri G. (2015). L'azione ugualmente fluttuante  

Bartolomei G & Filippini S. (2000). Sindromi psicosociali. La psicoanalisi e le patologie sociali

 

Bartolomei G. & Vaccaro R. (2014). Ricordando Sandra Filippini

 

 Bastianini T. (2016). Corpo e psiche sono estesi: il costrutto dell'intersoggettività tra psicoanalisi e neuroscienze.

 

Bigi A. (2010). La psicoanalisi: una professione impossibile?

 

Bigi A. (2012). Il silenzio dell'analista credente

 

Biggio G. (2013). Discussione della relazione di R.Britton, Soggettività, Oggettività e Spazio Triangolare

 

Bitossi S. (2013). Claustrofobia: quando l’incontro diventa toccata e fuga.

 

Boccara P. (2013). Quando i fenomeni clinici possiedono il gruppo di lavoro.

 

Bolognini S.(2002). L'empatia psicoanalitica

 

Bolognini S. (2005). Transfert: erotizzato, erotico, amoroso, amorevole

 

Bonaminimo V. (2003). Il concetto di narcismo nella teoria delle relazioni oggettuali:il significato clinico delle identificazioni narcisistiche primarie nella prospettiva winnicottiana

 

Bonaminio V. (2012). L'installarsi della psiche nel corpo.

 

Borgogno F. (2012). Nel cuore e nella mente propria e altrui

 

Borgogno F. (2016). Il ruolo dei supervisori: Stefania Manfredi e Luciana Nissim Momigliano.

 

Bottiglioni M. (2011). Appunti clinici dal confne.

 

Bottiglioni M. (2013). Destini del trauma e della dissociazione

 

Britton R. (2013). Soggettività, Oggettività e Spazio Triangolare

 

Brosio M. & Vigna Taglianti M. (2010). Elasticità della tecnica e forme del setting

 

Bruni A. (2012). Sinergie orientali nell’ascolto analitico

 

Bruno T.S. (2008). Le operatrici e gli operatori di fronte all'impatto traumatico della violenza interpersonale

 

Busch F. (2001).Parlare con gli estranei

 

Busch F. (2015). Trasformare il controtransfert informe in una forma rappresentabile: un'altra prospettiva.

   

Cabré L.M. (2002). Férenzi, la clinica del trauma e i suoi sviluppi nella psicoanalisi contemporanea

 

Cabré L.M. (2014). Trauma, perversione e la questione della temporalità.

 

Calamandrei S. (2012). Le dimensioni del silenzio come fattore terapeutico

  Calamandrei S. (2016) La parola psicoanalitica e il cambiamento

Calamandrei S. (2017). La creativitàò emotivo-simbolica.

 

Capuano M. (2011). Il disagio della sessualità.

 

Capuano M. (2013). Stalking: tra delirio e perversione.

 

Carnaroli F. (2010). Figure della sofferenza femminile oggi. Note a margine del libro “Figure del femminile”.

 

Carnaroli F. (2010). Discussione di “Interrogare la rêverie” di S.Thanopulos

 

Carpi Lapi S. (2013). I genitori degli adolescenti: prospettive diverse nel controtransfert

 

Carpi Lapi S. (2013). Genitori adottivi e figli adolescenti. Intervento nella Tavola Rotonda del Seminario "Diventare genitori e aver bisogno di aiuto"

 

Chiari P. (2016). L'insegnamento delle parole: in ricordo di Stefania Manfredi

 

Civitarese G. (2012). Il corpo che brucia

 

Civitarese G. (2012). Stati inaccessibili della mente e rêverie.

 

Conrotto F. (2010). La femminilità negata

 

Conrotto F. (2016). Ripensare l'inconscio.

 

 

 D'Agostini C. (2016). Presentazione della Giornata di Studio con A.Ferruta e N.McWilliams (17 Sett 2016).

 

D'Agostini C. (2017). Ordine e creatività.

 

Del Soldato G. (2000). I seminari analitici di gruppo di Giovanni Hautmann

 

De Marchi A. (2011). La morte, la madre, la bambina.

 

De Masi F. & Freer P.(2013). Perversione, scissione e piacere sovra sensuale. Il caso del feticismo.

 

Dreher A.U. (2004). What is psychoanalytic conceptual research?

 

 

Erlich H.E. (2005). Der mann moses e l'uomo Freud: identita' psicoanalitica e antisemitismo

 

Falci A. (2016). Ripensare l'inconscio.

 

Fano Cassese S. (2010). L'interpretazione ispirata e parlare come sognare

 

Ferro N. (2001). Cultura della reverie e cultura dell'evacuazione

 

Ferro N. (2004). Psicoanalisi e narrazione: un modello della mente e della cura

 

Ferruta A. (2003). Angosce depressive e strutture narcisistiche tra gang e band

 

Ferruta A. (2011). Alla ricerca di genitori e figli smarriti.

 

Ferruta A. (2012). Il silenzio è qualcuno che ascolta.

 

Ferruta A. (2013). Le angustie del narcisismo nella cura analitica.

 

Ferruta A. (2016). Diagnosi e setting come primo atto di cura

  Ferruta A. (2016). Connessione tra psicoanalisi dei concetti e psicoanalisi della clinica

Filippini S. (2003). Narcisismo e perversione relazionale

  Filippini S. (2007). Quando la coppia non funziona. Conflitto o violenza?

Fonda P. (2005). Due volte alla settimana: interrogativi

 

Foresti G. (2013). Dimensioni istituzionali del controtransfert: il transfert sulle teorie e i suoi possibili rimedi

 

 

Gabbard G.O. (2000). Una prospettiva sulla psicoterapia basata sulla neurobiologia

 

Gabbard G.O. (2002). Una prospettiva sul transfert basata sulla neuroscienza cognitiva

 

Gallese V. (2016). Sé corporeo e intersoggettività: spunti per un dialogo tra neuroscienze e psicoanalisi.

 

Giuffrda A. (2010). L'erotico e il materno nella costituzione dell'identita della donna.

 

Gori G. (2011). Gli anziani e la morte: vissuti e fantasie.

 

Graziani G. (2016). Resoconto del seminario "Il costrutto dell'intersoggettività: dialogo fra psicoanalisi e neuroscienze".

 

Guerrini Degl'Innocenti B. (2008). Dialogando con Sandra. "Relazioni pericolose". In ricordo di S.Filippini

 

Guerrini Degl'Innocenti B. (2010). L'analista senza divano ovvero l'arte di stare con la mente

 

Guerrini Degl’Innocenti (2012). Sul concetto di transfert, fra passato e presente.

 

Guerrini Degl'Innocenti B. (2012). Discussione della relazione di V.Bonaminio "L'Installarsi della psiche nel corpo: stati d'integrazione, non-integrazione, l'identificazione primaria".

  

Guerrini Degl'Innocenti B. (2016). Introduzione al seminario "Ripensare l'inconscio"

  Guerrini Degl'Innocenti B. (2016). Conclusioni della Giornata per S.Manfredi Turillazzi 

 

Hautmann G. (2002). La mia psicoanalisi

 

Hautmann G. (2005). Ricordanado Franco Fornari

 

Hautmann G. (2005). Il paziente tra la dualita' analitica e la molteplicita' seminariale

 

 

Jaffé R. (2013). L’aspetto transferale-controtransferale nei primi colloqui. Tra turbolenze emotive e creazione di uno spazio per pensare.

 

Kaës R. (2013). Malessere sociale e malessere individuale: alleati o nemici?

 

 

Landi N. (2010). Neuroscienze e Psicoterapia infantile: con-fusione o co-operazione? Riflessioni per il lavoro clinico

 

Lapi I. (2011). La stanza 'Dentro'. Storie di trauma e di lutto

 

Lapi I. (2013). L’attesa e l'incontro. Intervento al Seminario con R.Jaffè

 

Laurora E. (2012). Nel cuore e nella mente. Discussant della relazione di F.Borgogno

 

Lorito T. (2012). Il Silenzio disumano

 

Losso R. (2003). L'intrapsichico, l'interpsichico e il transpsichico nella psicoanalisi della coppia

 

Lussana P. (2003). Il delirio di gelosia in shakespeare: quale sequenza di teorie psicoanalitiche traspare in otello e racconto d'inverno

 

 

Maestro S. (2008). I bambini abusati.

 

Maggiolini A. (2014). Il lavoro psicoanalitico con gli adolescenti antisociali.

 

Manfredi R.A. (2010). relazione al seminario 4.12.2010

 

Manfredi Gervasini R.A. (2012). Depressione senza oggetto.

 

Manfredi Turillazzi S. (In ricordo, 6 luglio 2015)

 

Marinelli F. (2003). L'evoluzione delle osservazioni psicoanalitiche sul concetto di depressione

 

Marinelli S. (2005). N-dimensioni temporali nel gruppo di supervisione. .

 

Marion P. (2011). Il tempo della Nachtraeglichkeit nella cura.

 

Martinetti M.G & Landi N. (2009). Quale mappa e quale bussola?

 

Marzi A. (2013). Psicoanalisi, identità e internet. Esplorazioni nel cyberspace.

 

Matteini C. (2016). Turillazzi Manfredi Stefania

   Mazzacane F. (2015). I personaggi della seduta come indicatori diagnostici: un caso clinico.

 

  McWilliams N. (2016). Lo spettro della psicosi: implicazioni cliniche del considerare la psicosi dmensionalmente.

 

Meucci P. (2010). Tra psiche e cervello: l’inconscio e le neuroscienze. Introduzione al seminario

 

Meucci P. (2011). La nascita del pensiero. Commento alla relazione di A.Alvarez

 

Meucci P. (2013). Essere genitori di bambini con disturbi mentali.

 

Molli A. (2013). Presentazione della relazione di R.Britton, Soggettività, Oggettività e Spazio Triangolare

 

Monticelli M. (2011). I fantasmi inconsci di un giovane adolescente.

 

 

Narracci A. (2013). Quando il multifamiliare diventa possibilità di esperienza e di pensiero.

 

Nicasi S. (2013). Dove ci sta portando il controtransfert?

 

 Nicasi S. (2016). Commento del caso clinico di A.: “Lavorare con la complessa combinazione delle dinamiche paranoide e  masochistica: un caso clinico” presentato da N.McWilliams (Giorn. di Studio con A.Ferruta e N.McWilliams, 17 sett 2016)

Nicasi S. (2016). Rileggere "Il piacere della Traumdeutung".

 

Nicolini C. e Zordan L. (2011). Regressione e investimento libidico nell’età anziana.

 

Nicolò A.M. (2003). Il concetto di narcisismo nella teoria delle relazioni oggettuali

 

Nissim S. (2013). Discussione della relazione di R.Britton, Soggettività, Oggettività e Spazio Triangolare

 

 

Palacio Espasa F. (2011). Les deuils des parents et les repercussions sur leurs enfant a l'adolesance.

 

Perini M. (2005). Leadership e gruppo di lavoro: tra genio ed Establishment

 

Pieroni M.A. (2005). La consultazione e la prognosi terapeutica

 

Ponsi M. (2003). Narcisismo e perversione relazionale

 

Ponsi M. (2008). Dialogando con Sandra. Considerazioni intorno a "Relazioni Perverse".

 

 

 

Quattrocchi V. (2014). Relazione sulla 12° edizione dei seminari ASL-SPI “Claustrofilia-claustrofobia: quando la relazione di cura non si trasforma”.

 

 

Ramacciotti A. (2013). Discussione della relazione di I.Ruggiero

  Ramacciotti A. & Moscara M. (2014). All'origine dell'esperienza psichica: le diverse concezioni dell'Io fino agli anni '50.

Rocchi C. (2012). L’analista nel deserto

 

Ruberti L. (2005). Lavorare con Francesco Corrao: gruppo e modellizzazione.

 

Ruggiero I. (2013). Controtransfert come ostacolo e come risorsa nel lavoro analitico con gli adolescenti e i loro genitori

 

 

Saottini C. (2014). Una psicoanalista va in tribunale.

 

 

Saraò G. (2011). Relazione introduttiva ai seminari ASL-SPI 2011. "La residenza emotiva e i transfert massivi psicotici"

 

Saraò G. (2012). Relazione introduttiva ai seminari ASL-SPI 2012. "Vedute con paesaggi incerti e nature morte: i flussi emotivi e i transfert centrali e laterali nei sistemi di cura di salute mentale".

 

Saraò G. (2013). Relazione introduttiva ai seminari ASL-SPI 2013 - "Claustrofilia-claustrofobia: quando la relazione di cura non si trasforma"

 

Saraò G. (2013). Resoconto del seminario "Malessere sociale e malessere individuale", con R.Kaës e A.Ferruta

 

Saraò G. (2014). Un ponte sul Bosforo. 12 anni di seminari ASL-SPI.

 

Secchi C. (2012). Il silenzio turbato dell'analista davanti a una perdita del divino.

 

Semi A.A. (2006). Il transfert e le comunicazioni inconsce: un punto di vista freudiano sul narcisismo

 

Sessarego A. (2006). La distanza nel controtransfert

 

Sessarego A. (2010). La scelta dell'interpretare

 

Sessarego A. (2012). Commento a Civitarese 2012 ("Solo i ladri e gli zingari")

 

Sessarego A. (2015). Se anche i baci si potessero mangiare.

 

Suman A. (2010). I cambiamenti nella società contemporanea

 

 

 

Tavazza G. (2006). La funzione genitoriale tra stabilità e cambiamento

 

Tuckett D. (1993). Alcuni pensieri sulla presentazione e discussione del materiale clinico della psicoanalisi

 

 

Ugo G. (2011). Le braccia vuote.

 

 

Vandelli V. (2013). Il segreto del terzo.

  Vigna-Taglianti M. (2014). Strappi e ricuciture: il gioco come potenziale filo da cucito.

 Vigna-Taglianti M. (2017). Acting, playing, talking. Dal Giurassico della mente allo sviluppo  della capacità onirica.