La violenza e il sacro: psicoanalisi e fondamentalismo religioso


30 settembre 2017
Abbazia di Mirasole (Mi)

La violenza il sacroIl Convegno si propone di sviluppare una riflessione psicodinamica sul rapporto tra religione e violenza, anche in linea con le problematiche attuali del fondamentalismo religioso e del terrorismo sacrificale. Tale riflessione, oltre a indagare i processi gruppali e collettivi coinvolti nella cultura del fondamentalismo - quello religioso ma anche quello "profano" -, esige di esplorare a fondo il rapporto della "religiosità" e del "sacro" con le dinamiche del narcisismo, a livello individuale e sociale.

Il tema del convegno - che riprende il titolo di un noto saggio di René Girard - è cruciale: il passaggio critico dalla religione come dimensione della spiritualità individuale e collettiva alla sua istituzionalizzazione prima e poi alla trasformazione perversa in fondamentalismo ideologico e politico-sociale. Questa deriva al tempo stesso culturale e psicologica, dove è agevole scorgere il lavoro negativo del narcisismo, esplica conseguenze distruttive in termini di intolleranza e violenza agita (mascherata da purezza e intransigenza morale) che sono alla base di molti dei drammi e delle sofferenze contemporanee, e per questo crediamo che una psicoanalisi capace di guardare fuori dalla finestra della stanza d'analisi abbia titolo e anche il dovere di esplorarne il senso. E l'opportunità di contribuire per quanto possibile a trasformare in pensiero e parola l'uso del coltello, del kalashnikov e delle cinture esplosive, delle armi reali e concrete come di quelle simboliche e immateriali. 


Scarica la brochure