Libri, Psicoanalisi e dintorni
Lascia un commento

LA CURA PSICOANALITICA CON BAMBINI,ADOLESCENTI E GENITORI. Un modello possibile nei servizi di Maurizio Stangalino

Con un Seminario inedito di D. Meltzer e M. Harris
Prefazione di Anna Ferruta
di Maurizio Stangalino
Milano : Franco Angeli 2021

Le ricerche più attuali in neurofisiologia, Infant Research e psicoanalisi relazionale, offrono l’opportunità di
riconfigurare un “modello possibile”, e realizzabile, di cura del disagio psichico nel contesto istituzionale dei
Servizi per l’età evolutiva, oggi sovraccaricati da un alto numero di richieste e spesso in grado di fornire solo
risposte operative di riduzione dei sintomi o prassi cliniche standardizzate.
L’autore presenta un modello “essenziale” di intervento, basato su una visione psicoanalitica della cura, che
valorizza la specificità evolutiva del trattamento e una dinamica relazionale trasformativa che coinvolge
bambini, adolescenti, genitori, insegnanti. Diagnosi, terapia individuale, partecipazione attiva di tutti i
soggetti, danno forma a un “prendersi cura” attento sia alla singolarità del caso sia al contributo
dell’ambiente, della scuola e della famiglia. L’interesse della proposta risiede anche nel “si può fare”.
Il libro offre un interessante tragitto a partire da una rilettura critica di un Seminario inedito di D. Meltzer e
M. Harris (a cui si aggiunge un contributo di Meg Harris Williams): viene ripercorso tutto lo sviluppo teorico
e clinico della psicoanalisi in età evolutiva e dei suoi principali protagonisti, fino a calarsi nell’esperienza
difficile e limitante dei Servizi di NPI nel momento attuale, proponendone un superamento attraverso il
recupero di una prospettiva psicoanalitica.
Il volume si rivolge a tutti gli operatori impegnati ad affrontare, in ambito pubblico e privato, le quotidiane
sfide della cura psichica in età evolutiva: ai neuropsichiatri infantili e agli psichiatri che si occupano di
adolescenza, agli psicoterapeuti, agli psicologi e a tutto il personale delle équipe multidisciplinari, in attività
o in formazione, a chi sia comunque interessato alla psicoanalisi nel lavoro clinico, a chiunque la pratichi, la
viva e la trasmetta in modo appassionato e creativo, ne coltivi il pensiero e “sogni” i suoi possibili sviluppi
futuri nei Servizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.